sabato 5 aprile 2008

Resident evil della respirazione (siamo tutti zombi)


[resident evil della respirazione (siamo tutti zombi) - Articolo di Gianguglielmo Bergamaschi]

Che razza di titolo è?

"Resident evil" è un film di dubbia qualità (ma di bella presenza - quella della protagonista) che prospetta un mondo invaso dagli zombi.

Ma la fiction è poi così lontana dalla realtà... e qui mi ricollego all'esercizio che ti avevo chiesto di fare nel mio ultimo post.

Hai trattenuto il resiro fino allo spasimo? No? Prova adesso.



La sensazione che provi nei 2-3 secondi prima di riprendere fragorosamente fiato è quanto di più vicino alla morte possiamo sperimentare.

Eppure il 98% degli esseri umani respira solo poco più di quel livello: utilizziamo la nostra capacità respiratoria mediamente per non più del 25% della sua possibilità.

Respiriamo di poco meglio dei cadaveri, quindi... siamo quasi degli zombi!

Eppure l'aria che respiriamo è (nonostante la sua pessima "qualità" attuale) l'elemento primario per la nostra salute e la nostra energia:

- l'ossigeno è la base del nostro metabolismo energetico;

- l'aria che espiriamo (buttiamo fuori) è una importante via di disintossicazione;

- i muscoli respiratori sono i più grandi coordinatori di una postura corretta;

- l'energia universale (chiamala "prana", "spirito", "reiki" o come vuoi tu) scorre in noi e ci mette tutti in comunicazione attraverso l'aria che respiriamo.

Quindi, vuoi stare in salute? Comincia a concentrarti sulle cose più importanti: innanzi tutto il RESPIRO.

Prenditi 5-10 minuti, due volte al giorno. Mettiti in una situazione ed in una postura comoda e rilassata. Respira lentamente e profondamente, gonfiando più che puoi la pancia.

Se vuoi fare ancora di più, mentre esegui queste respirazioni "consapevoli" sposta la tua attenzione sui polmoni, figurandoti di riusire a gonfiarli al massimo della loro possibilità, sezione per sezione (zona alta, zona anteriore, zona posteriore, zona laterale, zona inferiore).

A molti questo semplice esercizio sembrerà banale ma poi, provando, vedranno che fare un respiro molto profondo, con quattro tempi (inspirazione- pausa - espirazione - pausa) che durino tutti almeno 10 secondi, non sarà poi così facile.

A molti girerà subito la testa.

Molti diranno "che stupidaggine!" e lasceranno subito perdere (questi sono gli zombi :-)).

Per chi avrà il "coraggio" e la volontà di insistere prospetto vantaggi molto rapidi: maggiore energia, maggior vitalità, concentrazione, resistenza.

E, ovviamente, minori rapporti con le medicine...

Ciao Giangu

P.S. dimenticavo... un esercizio per la prossima volta. Bevi una tazza d'acqua calda (o un infuso di the verde) tutte le mattine appena sveglio, ed una tazza d'acqua calda (o un infuso di camomilla o tiglio) tutte le sere, poco prima di coricarti. Ciao!!!

[resident evil della respirazione (siamo tutti zombi) - Articolo di Gianguglielmo Bergamaschi]

2 commenti:

  1. Complimenti Giangu!

    Anche Tony Robbins disse al suo corso di respirare gonfiando la pancia!

    Disse che i polmoni non sono muscoli e che per essere "mossi", bisognava spingere la pancia in avanti, in modo da creare uno spazio che avrebbe consentito una più profonda respirazione.

    Io - che fino ad allora avevo sempre avuto problemi respiratori (asma) - provai e sentii una fitta fortissima alla parte bassa dei polmoni: erano completamente atrofizzati in quella zona!

    Con questo semplicissimo esercizio ho migliorato decisivamente la mia capacità respiratoria!

    E poi non so se è stato dovuto a questo, ma non ho più avuto crisi d'asma!

    Grazie per lo splendido post!
    1 abbraccio
    Josè

    RispondiElimina
  2. Grande post Giangu!

    Oltre al mitico esercizio sulla respirazione...da quando bevo una tazza di acqua calda, al mattino e alla sera, mi sento molto meglio.

    Oltre ad essere più regolare della Marcuzzi;-)

    RispondiElimina

Lascia pure il tuo commento, ma fai ATTENZIONE perchè questo blog è stato trasferito qui:
RicchezzaVera.com/blog

Ti aspettiamo tutti dall'altra
parte!
:-)