giovedì 13 novembre 2008

La Legge del Dare e del Ricevere soldi

Legge del Dare e del Ricevere
Ormai tutti conoscono la Legge di Attrazione grazie al best seller di Rhonda Byrne, ma ho notato che c'è una tale concentrazione su questa Legge Universale, che vengono assolutamente trascurate tutte le altre.

E' un pò come se del Codice stradale io mi accontentassi di conoscere solo il funzionamento del semaforo, come se tanto bastasse per girare senza problemi per le strade.

Visto che sei un lettore di Ricchezza Vera e sai che amo dare una marcia in più a tutti i frequentatori di questo sito, ho deciso di anticipare alcuni contenuti che avrei voluto inserire soltanto negli ultimi Passi Verso la Ricchezza Vera (collana di ebook che viene regalata a chi si iscrive nel form nella colonnina bianca qui in alto a destra) e svelare ogni tanto una nuova Legge Universale che può tornarci utile per raggiungere la Ricchezza desiderata.

Oggi sento di doverti parlare della Legge del Dare e del Ricevere.

Preciso che ho trovato questa Legge in numerosi testi ed in ognuno veniva menzionata con un nome diverso, quindi non fossilizzarti sul nome, ma guarda al contenuto.

Questa Legge è un corollario alla più ampia Legge di Causa e di Effetto che ci dice, per farla semplice: 'ad ogni causa, corrisponde un effetto'.

Questa Legge corrisponde al famoso concetto di Karma, argomento spesso confuso e manipolato (un giorno vorrei proprio scrivere un report su questo delicatissimo argomento).

In poche parole, se emetti un'energia oggi, presto o tardi, ti ritorna un'energia equivalente e della stessa intensità.

Per Energia intendo qualsiasi cosa: un'azione, un discorso, un'emozione o anche solo un pensiero; sarò molto più specifico nel 5° Passo Verso la Ricchezza Vera.

La particolarità di questa legge è che tra la Causa e l'Effetto possono passare anche giorni, mesi, anni o addirittura vite; ricorda bene questo concetto, perchè tra poco vedremo un'applicazione pratica legata ad esso.

Se ti trovi di fronte ad un colpo di Fortuna, sappi che non è arrivato a te in modo casuale, ma come Effetto di una Causa che hai messo in moto tempo addietro.

Da questo si deduce che nulla è casuale e che tu sei responsabile di tutto ciò che ti è capitato nella vita finora, nel bene e nel male.

Spesso, quando espongo questo principio, mi si obietta: "ma io non voglio il male per me. E i bambini in Africa non vogliono morire di fame e di malattie".

Ecco, a queste persone dico sempre che la volontà che le cose vadano in un certo modo non c'entra nulla con la Legge di Causa e di Effetto.

Quando dico che "Tu sei responsabile di tutto", alcune persone addirittura iniziano a sentirsi in colpa.

Questo è l'errore più grande che possono fare: non posso approfondire al 100% anche questo concetto qui, ma è bene precisare che - è un'altra Legge Universale - Tutto va sempre come deve andare e se non trova la nostra opposizione, va sempre per il meglio.

Fatto questo necessario preambolo sulla Legge di Causa e di Effetto, vediamo adesso le applicazioni pratiche che derivano dalla conoscenza del suo corollario, che è la Legge del Dare e del Ricevere.

Spesso, nella mentalità di alcune persone c'è questo: "quando riceverò, allora Darò volentieri al mio prossimo".

L'errore è cronologico.

Rispondi adesso a questa domanda metafisica :-) : quando compri qualcosa in un negozio, prendi la merce e poi dici "passo a pagare tra qualche giorno!", oppure PAGHI e solo dopo aver preso i tuoi soldi, la cassiera ti consente di prendere la sua merce?

Quindi la Legge funziona in questo modo: PRIMA dai e poi RICEVI.

Un Trucco: se dai per ricevere, non ricevi un bel niente!
L'Intenzione che è celata dietro la donazione è una chiave fondamentale: solo se DAI senza il secondo fine di ricevere, allora - e solo allora - riceverai.

Ma Dare cosa? E per ricevere Cosa?

Diciamo che in linea di principio, se vuoi una cosa specifica, devi dare la stessa cosa. Ma non è proprio così: l'energia che ricevi è ANALOGA e di pari INTENSITA' di quella che dai via.

Quindi ti invito a fare questa riflessione (rinviandoti per gli approfondimenti agli ebook finali): che energia stai dando? Ovvero:

Che parole usi prevalentemente? Parole che regalano Forza e Amore o altro?

Che Azioni stai facendo? Azioni che donano Forza e Amore o altro?

Che pensieri occupano la tua testa? Pensieri di ricchezza o di scarsità?

e soprattutto...

che Emozioni provi? Hai paura di donare perchè poi rimani senza? o hai Fiducia in te (e nell'Universo)?

1abbraccio
Josè

[Per approfondire questo argomento, ascolta adesso la Prima Storica Teleconferenza di Ricchezza Vera]

27 commenti:

  1. Complimenti jose,
    Sono daccordo con te, ma è molto difficile dare(con lealtà) prima ....anzi ti posso dire che io ho ricevuto un sacco di fregature, questo sta a significare che do poco e che anchio frego gli altri?
    Saluti Lukitto!

    RispondiElimina
  2. Ah..Ah...ah...Josè... è già un po' che ti scruto e rimango nascosto da un ombra dietro l' angolo... Sei una persona molto solare e lo si nota dalle tue apparizioni su qualche video sparso qua e là nella rete. Si vede che sei incapace di NON sorridere anche quando affronti un discorso serio e delicato come questo..

    Che dirti... E chi non ha, cosa da?

    Certo che se non avessi soldi non potrei permettermi quell' oggetto che è esposto in quel negozio... E non potrei neanche rubarlo causa conseguenze che conosciamo tutti...

    E quindi?! Cosa devo dare se già non ho nulla da offrire?

    La mia simpatia, la mia gioia di vivere a delle persone che pensano solo ed esclusivamente a tirare a campare?

    Non faccio neanche in tempo a raccimolare qualche spicciolo e pensare di aiutare qualcuno che arrivano subito gli avvoltoi a portarmi via ciò che ho sudato duramente... Per vedere poi che i miei sacrifici vengono sperperati causa avidità dei "potenti"... "Potenti" che poi siamo solo noi a considerarli tali...

    Quindi direi che dò abbastanza soprattutto a chi non merita per la causa "avidità", tanto da rimanere sempre più squattrinato di prima...

    Non centri tu, nè io e neanche energie divine se poi alla fine vengono filtrate da "vertici" che deviano il raggio...

    Quindi...scendiamo in piazza e mettiamoci all' opera perchè questo sistema non cambierà solo perchè ci sono leggi ed energie intercosmiche...

    Continua così Josè... Che io osserverò e condividerò in silenzio ciò che scrivi...

    E se un domani tu ed altre persone desiderete fare qualcosa di concreto per cambiare questo mondo avido ed egoista, anzicchè scrivere e leggere della bontà dell' universo, sappiate che incontrerete il mio volto...

    A presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido per lo scendere in piazza, tutti parlano e pochi si impegnano realmente nella risoluzione dei problemi seri che ci affettano.
      Alla fine siamo noi che stiamo al gioco dei "potenti" , è l'uomo che ha sempre scelto il "superiore". Tutte le etichette sociali non sono nient'altro che nostro sottoprodotto intellettuale. Siamo nati con un libero arbitrio eppure andiamo sempre piú a perderlo. Tuttavia José parla in maniera spirituale del dare e dell'avere, non in termini materiali. Ergo non serve nulla che tu non possieda già da donare. Buone azioni, buoni pensieri, buone parole... Per te, per cercare di raggiungere sempre più il tuo spirito, vita dopo vita.

      Elimina
    2. Bravo Anonimo, hai colto il senso del mio articolo! :)

      Elimina
  3. Bravo Josè, bellissimo post e complimenti per aver spiegato anche le altre leggi...
    Sono daccordo con te nell'analizzare che adesso si parla solo della legge dell'attrazzione dimenticandosi che questa è solo una delle leggi che si intersecano con le altre leggi dell'universo e della creazione.
    Sarebbe bello fare un elenco strutturato di tutte queste leggi e delle loro manifestazioni nella nostra vita..!!
    Anche la legge del karma si manifesta in realtà in 5 modi nella nostra realtà...
    Ciao un abbraccio dal cuore Simone :-)

    RispondiElimina
  4. rispondo ad anonimo.

    dici che non hai niente da dare, hai mai provato a parlare con uno sconosciuto, salutarlo con un sorriso e sapere che in quel momento hai dato un attimo di serenità ad un'altra persona?

    poi scrivi:
    E se un domani tu ed altre persone desiderete fare qualcosa di concreto per cambiare questo mondo avido ed egoista, anzicchè scrivere e leggere della bontà dell' universo, sappiate che incontrerete il mio volto...


    perchè invece di scrivere "tu ed altre persone" non hai scritto?:
    "io insieme a voi" possiamo fare qualcosa di concreto"

    capisco benissimo il tuo punto di vista credimi, ma se non iniziamo noi a cambiare lo stato delle cose, chi potrà farlo?

    non possiamo dare la colpa sempre ad altri.

    inizia a sorridere alla vita e alle persone, e cerca di vedere i cambiamenti, allora noterai che le cose stanno già cambiando.

    Josè ho letto che scriverai sul 5° book di emozioni ecc, per caso hai già ultimato il 4°?

    ciao fammi sapere

    claudio

    RispondiElimina
  5. Ciao Josè, è proprio vero (anche se un po' spiacevole) che bisogna prima dare e poi ricevere.

    In altre parole ESSERE - FARE - AVERE:
    prima bisogna ESSERE una persona migliore, poi FARE azioni più efficaci e produttive e solo alla fine si può AVERE (non solo il denaro, ma in generale).

    P.S. Ho aggiunto il mio volto tra i lettori del tuo blog. Come si fa a inserire questa nuova casella? (E' un servizio di Blogger, a quanto pare). Anch'io vorrei aggiungere questa casella nel mio blog! :-)

    RispondiElimina
  6. Caro Josè, ho una storiella (Un racconto musicale che parla di dare senza secondi fini)
    "La lucciola Generosa", mi sembra un po' lunghetta da mettere come risposta al tuo post.
    Mi piacerebbe che apparisse nel tuo blog centrale.
    Comunque, se vuoi te la faccio conoscere privatamente e dopo decidi tu come pubblicarla.
    Fammi sapere
    Ciao
    Giovanni

    RispondiElimina
  7. Ciao Josè!
    Complimenti per il post!
    Come ha detto Simone mi piacerebbe anche a me un elenco strutturato di tutte queste leggi e delle loro manifestazioni nella nostra vita e anche come si manifesta la legge del karma....
    Felicia

    RispondiElimina
  8. Ciao Vitale, Grazie per l'integrazione!
    :-)

    Ciao Luca, se hai ricevuto molte fregature è perchè hai emesso energie che le hanno richiamate, non necessariamente che hai fregato qualcuno.
    Ad esempio, potresti aver avuto una gran paura di essere fregato.
    ;-)

    Ciao Anonimo, mi piacerebbe conoscere almeno il tuo nome; comunque ti ringrazio per gli apprezzamenti.

    Ti rigiro la domanda: sei proprio sicuro di non avere nulla da regalare?

    Come dici tu stesso, puoi regalare anche beni immateriali, quindi ad esempio una parola di conforto.

    Se ritieni gli altri immeritevoli delle tue energie, non sto a spiegarti perchè, ma deriva da un forte senso di indegnità che hai nei tuoi stessi confronti: fossi in te, proverei a lavorarci su.

    Per il resto, io la penso proprio in modo opposto al tuo: per me la rivoluzione non si fa in piazza, ma dentro.

    Se tutti prendessero coscienza della vera essenza della realtà, le cose cambierebbero senza fare rivoluzioni: semplicemente un politico si vergognerebbe di prendere una mazzetta, il dirigente della casa farmaceutica si vergognerebbe di distribuire medicine che sa di essere dannose, il capo della polizia non avrebbe il coraggio di far caricare dei ragazzini.

    Ma sono solo degli esempi.

    Quindi mi sa che quel giorno in cui "deciderò di fare qualcosa di concreto" è già arrivato da un pezzo, solo che abbiamo una divergenza di pensiero su cosa sia "qualcosa di concreto".
    :-)

    Ciao Simone, allora segna nella TO DO LIST la Lista delle LEggi Universali e delle 5 manifestazioni del Karma.
    ;-)

    Ciao Claudio, grazie del supporto, la penso come te.
    Il 4°ebook lo sto rifinendo, manca poco.
    ;-)

    Ciao Raffaele, in effetti è lo stesso concetto.

    Il widget è una funzione di Blogger, lo puoi aggiungere nel Layout, si chiama LETTORI.

    Avvertimi quando l'hai aggiunto che mi vengo ad iscrivere.
    ;-)

    Ciao Giovanni, certo, fammi sentire tutto.
    Se hai un mp3, non mandarmelo come allegato, ma caricalo prima su uno spazio web e mi mandi il link.
    rimango in attesa...
    :-)

    Ciao Felicia, ok, mi hai convinto: prometto che farò la lista negli ebook!
    ;-)

    1abbraccio a tutti e grazie per i commenti!
    :-)
    Josè

    RispondiElimina
  9. viorica grazie.......

    RispondiElimina
  10. caro josè, mi sovviene la legge "primitiva" del dono e dello hau - e dello scambio, più in generale - studiata da diversi antropologi ove si individuano principi inconsci alla base del principio di reciprocità. Secondo i Maori, lo hau sarebbe lo spirito della cosa donata,ciò che pone colui che riceve il dono in una posizione di debito, che obbligha, quindi, a ricambiare per restaurare una specie di equilibrio delle forze alterato dall'atto del donare. Non so quanto questo discorso possa concernere il tuo post, ma il mio commento è frutto di una libera associazione. un abbraccio la pizia www.pensieroconcavo.blogspot.com

    RispondiElimina
  11. Ciao La Pizia, la questione del donare che fa sentire obbligato è uno strumento molto noto di persuasione.

    Il discorso che faccio io è completamente diverso: l'energia che ricevi non proviene necessariamente - anzi - dalla persona verso cui l'hai emessa.

    Un esempio: io dono a te una cosa e domani un terzo mi fa inaspettatamente una cortesia.

    Spero sia chiara la differenza.
    Grazie per il commento, ha aiutato a fare chiarezza...
    1abbraccio
    Josè

    RispondiElimina
  12. caro josè intanto ti ringrazio di aver creato questo blog io credo molto in tutto quello che dici credo slla legge del dare e dell avere ma il dae deve essere senza secondi fini io nei momenti di maggiore difficoltà ho potuto contare sull'aiuto della provvidenza dell'universo di dio per me è la stessa cosa.mi sono ritrovata spesso con pochi soldi ma non mi sono tirata indietro nell'autare magari qualcuno che in quel momento stava peggio di me e aalora come per miracolo i soldi arrivavano.ma non parlo sol di soldi ma anche aiuti a livello spirituale.ho messo in pratica anche il principio della gratitudine e funziona veramente.ho solo il problema dei kg in più che non riesco a sconfiggere cosa devo fare? rimani empre così jose nel mondo ci vogliono persone come te un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Grande Josè...
    ma quante ne sai? ;-)

    Genna

    RispondiElimina
  14. Ciao Anonimo (ragazzi, cercate di ricordarvi sempre di firmarvi! :-))!

    Per quanto riguarda i kg in eccesso, in genere derivano da un bisogno di protezione.

    Il grasso viene prodotto dal cervello, come tutto, del resto.

    Intanto direi che il passo più grosso che puoi fare è accettarti.

    Intendo piacerti veramente così come sei.

    E poi acquista una postura eretta, come se un filo ti tirasse dalla cima della testa.

    Ti assicuro che funziona.

    Ciao Genna!
    Da quanto tempo!
    Ne so tante, eh?
    :-D

    1abbraccio e grazie per i commenti
    Josè

    RispondiElimina
  15. uhmm... vediamo un pò: post strutturati, contenuti ottimi, "dare prima di ricevere". Direi che ho fatto un buon lavoro. Missione compiuta! :-)

    ahahahha
    Grande Josè.
    Un abbraccio forte.

    PS: Direi che sta per arrivare il momento del trasloco.

    RispondiElimina
  16. :-D
    grazie Carlo!
    A quale trasloco ti riferisci? WP?
    :-S

    RispondiElimina
  17. ciao Josè! certo che se penso a tutte le volte che ho provato sentimenti negativi e li ho manifestati con pensieri, parole o comportamenti distruttivi, rabbrividisco, visto che questi poi ricadono su di me.....Mi rammarico di non aver saputo prima certe cose . Spesso però non è tanto facile rimanere "positivi" di fronte a tutte le avversità, le delusioni e le "ingiustizie"che ti travolgono in questo mondo. La stanchezza fisica, l'impazienza e ancor più l'insicurezza, sovente accendono in te la paura che è madre di tutte le negatività, minando così la tua crescita spirituale. Chissà quanti altri conti avrò da pagare..(te l'avevo detto che gli americani sono un pò troppo "faciloni" :-);sarebbe troppo bello se potessimo cambiare la nostra vita in meglio solo pensando positivo ed essendo allegri e convinti di ciò che vogliamo...) Comunque non dispero..:meglio tardi che mai! Si, dunque, a tutta l'allegria e l'amore che ci può essere al mondo, si al perdono, alla compassione, alla felicità! Solo così potremo dare un vero significato alla nostra vita, intraprendendo un cammino costruttivo e dando il nostro contributo positivo al mondo, per noi e per tutti! E per fare questo cammino, credimi che i tuoi consigli non sono affatto da sottovalutare, anzi : essi sono un contributo importantissimo per chi vuole ascoltare e vuole aprire le porte alla conoscenza. Grazie di cuore. Sei grande. Mimì

    RispondiElimina
  18. Ciao Mimì!
    Sei quello che sei oggi, solo perchè hai fatto le tue esperienze in passato: tutto ciò che hai pensato o fatto era dovuto, non avresti potuto fare altrimenti.

    Quindi non rammaricartene... è un training.
    ;-)
    Grazie 1000 per le splendide parole che hai sempre per me.
    1abbracio
    Josè

    RispondiElimina
  19. Dare e ricevere, sto verificando sul campo questa legge.

    frequento una palestra dove pratico la scherma, ho ripreso dopo anni di interruzione, ora mi confronto con ragazzi molto più giovani di me.

    il mio modo di vedere lo sport è differente dal loro e cerco di dare dei consigli utili e trucchi per la concentrazione in gara.

    funziona, sia per loro che per me, sento che sto regalando esperienze utili e positive e mi viene restutito amore e allegria da parte di tutti estraneei compresi.

    continuo nel percorso di crescita
    ciao a tutti

    per chi fosse curioso lascio il link del mio blog
    http://schermachepassione.blogspot.com
    claudio

    RispondiElimina
  20. Ciao Josè, non ho letto gli altri commenti a questo post, per mancanza di tempo, e quindi spero di non ripetere un tema già discusso. Quando parli di legge di attrazione e del best-seller di Rhonda Byrne, mi viene da storcere il naso. Ho letto "The Secret" e mi sembra più che altro un'abilissima operazione di marketing che un vero e proprio libro rivoluzionario. Il contenuto non è affatto innovativo come lei dice, anzi le "sue" idee mi sembrano piuttosto vecchiotte. Penso che sia dai tempi della new-age e forse prima che si parla di pensiero positivo (vedi anche Louise Hay) e del fatto che siamo responsabili di ciò che ci accade. Tra l'altro sono personalmente in discaccordo con queste affermazioni. Credo più nella co-responsbailità in quanto ci accade. Non siamo al 100% i creatori della nostra vita, ma siamo i co-creatori. Ci siamo noi e c'è un potere superiore (o Dio, o vita, o universo, o chiamalocometipare) che guida e indirizza le nostre vite.A volte capitano cose che non siamo noi a controllare. Credo che non sia facile accettare che non siamo i padroni e controllori totali della nostra esistenza e così ecco che ci inventiamo storie del tipo: "Se non hai ottentuo quello che volevi è perchè non ci hai creduto abbastanza, non hai pregato come si deve etc...".
    Grazie per l'attenzione.

    RispondiElimina
  21. Ciao Petunia,
    se hai seguito il blog in passato, sai bene che di The Secret non sono mai stato entusiasta, per me ha l'unico merito di aprire al mondo certe conoscenze che prima erano accettate da pochi.

    Quanto dici sulla co-creazione è parzialmente vero, ma è un discorso complesso.

    Il mio pensiero al riguardo lo esporrò negli ebook finali, per adesso ti dico che è vero ciò che pensi che lo sia.

    Ti ringrazio per il contributo
    1abbraccio
    Josè

    RispondiElimina
  22. Io penso che siamo estremamente responsabili in quanto abbiamo sempre davanti più possibilità di scelta, e quindi mettiamo in gioco il nostro libero arbitrio. Le conseguenze sono poi date da queste nostre decisioni.

    A quel punto di solito partono le lamentele: "Dovevo fare cosà e non così", "Dovevo uscire con tizio e non con caio"...
    A casa mia, si chiama "senno di poi". E che cosa sarebbe successo a fare diversamente? Altre conseguenze positive e negative, come in tutte le cose.
    Abbiamo fatto quello che ritenevamo giusto per come eravamo in quel momento, che di certo è diverso da come siamo oggi.

    E' inutile mettersi col bilancino a pensare a quanto abbiamo preso e quanto dato: a volte, dopo anni, scopriamo di aver dato beni materiali e di aver avuto in cambio una lezione di vita. O altro.

    Conviene staccare un po' la razionalità di calcolo che usiamo un po' troppo spesso per vivere la vita e imparare "sentire" cosa troviamo consono al nostro essere, cosa vogliamo e cosa no.
    Dare e ricevere diventerà qualcosa di spontaneo e saranno un tutt'uno.

    Per anonimo (anonima?): ho passato metà della mia vita a cercare di dimagrire, e ora dovrei passare l'altra metà a riingrassare. Non ti fa riflettere? Ogni aspetto ha i suoi pro e i suoi contro, e c'è chi mi trova molto più chic ora e chi mi trova orrenda. La bellezza è nell'occhio di chi guarda. Tu devi piacerti, e vedrai che piacerai.

    Bellissimo post, scusate invece la mia prolissità...:-P

    RispondiElimina
  23. Va bene Sara, ottimo contributo!
    :-)
    1abbraccio
    Josè

    RispondiElimina
  24. Perche' in una settimana mi hanno aperto la macchina 3 volte, rubandomi cio' che vi era all'interno solo la prima volta, quando io non ho mai fatto niente del genere, non ho mai rubato niente del genere e in generale ho rubato soltanto una pistola ad acqua da un magazzino quando avevo 11 anni? Se e' vero che torna indietro con la stessa intensita', avrebbero dovuto rubarmi qualcosa al pari di una pistola ad acqua. NOn sto dicendo che non ci credo a tutte le leggi che dopo quella di attrazione saltano fuori (ad eccezione di quella del karma che poi e' stata sempre e unicamente quella e rhonda non ha fatto altro che "rimodellarla" a suo piacimento), sto semplicemente dicendo vaffanculo a quegli stronzi che mi hanno praticamente rovinato la macchina e rubato lo stereo e succhiato la benzina dal serbatoio 3 notti in una settimana.
    Grazie e scusate per lo sfogo, se la legge esiste spero che a quelli capiti la stessa cosa.
    Ciao ciao.

    RispondiElimina
  25. Ciao Anonimo,
    è difficile risponderti, visto che a mio avviso hai una grossa confusione riguardo l'argomento.

    Innanzitutto non conta il fatto in sé, ma la tua interpretazione riguardo esso, quindi il tuo senso di colpa sviluppato da piccolo per il furto della pistola ad acqua potrebbe esser stato recepito in modo molto più grave di come può fare oggi la tua mente razionale che lo minimizza.

    Detto questo, preciso che non è assolutamente detto che le due cose siano legate, anzi.

    Magari il senso di colpa (o di non meritevolezza) per cui ti sei poi attratto il furto, ti deriva da tutt'altra esperienza.

    Magari non ti senti meritevole per qualche altra ragione (il senso di non meritevolezza potrebbe ad esempio derivare dall'essere convinti di essere dei peccatori - tipica credenza cristiana) e ti sei attratto quelle esperienze.

    Karma e Legge di Attrazione, per quanto potrebbero poggiare sugli stessi principi, io non li confonderei.

    Il tuo 'disappunto' (per non chiamarlo rabbia, odio o quant'altro) nei confronti dei ladri non può che danneggiare te stesso.

    Odiare è come bere un veleno autoprodotto ed aspettarsi che muoia qualcun'altro.

    Scusami se sono stato un pò duro, ma quello che mi hai dimostrato è il tipico atteggiamento sbagliato che assumono le persone che danno in mano agli altri il proprio potere di creare la vita: tienitelo stretto.

    Spero di esserti stato d'aiuto
    Josè

    RispondiElimina

Lascia pure il tuo commento, ma fai ATTENZIONE perchè questo blog è stato trasferito qui:
RicchezzaVera.com/blog

Ti aspettiamo tutti dall'altra
parte!
:-)